×
Pubblicazione nuovi messaggi (22 Set 2009)

I messaggi sono soggetti a moderazione prima di essere pubblicati.

Bullismo femminile 4 elementare

Di più
10 Anni 9 Mesi fa #23 da O. F.
O. F. ha risposto alla discussione Re: Bullismo femminile 4 elementare
Ovviamente posso solo manifestarle alcune impressioni, non potendo conoscere nei dettagli la situazione. Le prenda come suggestioni dettate dalla mia esperienza, niente di più.
Probabilmente, come dice la psicologa a cui vi siete rivolti in precedenza, la bambina non ha particolari "problemi" in se stessa o nella vostra famiglia, ma va tenuto presente che le dinamiche che si instaurano nel gruppo non sono sempre percepibili in un contesto diverso. I bambini in classe sono a volte molto diversi da come sono a casa o nei colloqui psicologici. Se, come dice la psicologa, la bambina preferisce dominare che essere dominata, potrebbe significare che tende a farlo anche nel gruppo, entrando così in collisione con altre "aspiranti leader", oppure che è abituata a gestire il rapporto con gli adulti e meno abituata a gestire i conflitti con le coetanee.
Subire prepotenze da parte dei compagni fa in ogni caso star male.
Inserirsi in una nuova classe, in quarta elementare ed in un gruppo di femmine non è cosa semplice. Il primo mese in cui tutto andava bene è stato il periodo della novità e della curiosità, del guardarsi. Quando poi il bambino inizia a costruire legami, scattano i meccanismi di gelosia, ecc. in cui le femmine attivano complesse dinamiche di inclusione / esclusione.
Nella mia esperienza, per farsi un'idea di ciò che effettivamente accade bisogna parlarne in classe e osservare i comportamenti dei bambini nei tempi della ricreazione.
I vostri movimenti in precedenza, sia per quanto riguarda la consulenza psicologica per la figlia che il consiglio di giocare con le compagne che la accettano, mi sembrano più che adeguati e coerenti con la situazione. Il passo che io ora farei è, come Lei stesso suggerisce, di parlarne con le maestre, con tranquillità, senza atteggiamenti accusatori, ma facendo presente con chiarezza la situazione, la sua evoluzione, il fatto che in passato voi già vi siete posti il dubbio se si potesse fare qualcosa per la figlia, per far capire che come genitori non avete negato eventuali vostre "responsabilità educative". Visto che la situazione non si sta risolvendo, chiedete l'interessamento delle insegnanti, affinché affrontino in qualche modo il problema, anche perché siete interessati a capire quali sono i comportamenti della bambina che eventualmente possono sollecitare ostilità da parte delle compagne.
La risposta 'positiva' al colloquio con l'altra mamma ha mostrato che la paura di sanzioni e l'essere scoperte, per alcune bambine è stato sufficiente a far loro modificare i comportamenti di prevaricazione. Il proseguire da parte di altre significa che il conflitto sussiste ancora e che il solo approccio sanzionatorio non l'ha risolto.
Se le insegnanti sapranno affrontare con competenza la situazione, conciliando comprensione e limite, lavorando per sciogliere eventuali conflitti o rivalità nel gruppo delle femmine, il parlarne avrà sicuramente effetti positivi. Nel caso vi fosse un momentaneo "peggioramento" della situazione (tipo esclusione della bambina dai giochi ecc.) significa semplicemente che si sta toccando il conflitto e che bisogna procedere con maggiore decisione e forza.
Lascerei il fatto di parlarne con il preside come seconda azione, qualora la richiesta alle insegnanti non sortisse alcun effetto.

O. Facchinetti
Amministratore

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Utente reso anonimo
  • Avatar di Utente reso anonimo Autore della discussione
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Fresh Boarder
Di più
10 Anni 9 Mesi fa - 10 Anni 3 Mesi fa #20 da Utente reso anonimo
Utente reso anonimo ha creato la discussione Bullismo femminile 4 elementare
Sono il papa` di una bimba di 9 anni, di ....., che ha subito dei comportamenti di prepotenza verbale e fisica (insulti e calci) da parte di un gruppo di bambine nella classe 4` elementare. La mia bambina ha cambiato quest'anno scuola a seguito di un cambio di abitazione. Purtroppo gia` nella vecchia scuola, che ha frequentato fino alla 3` elementare, si sono verificati vari casi di prepotenza di tipo verbale (insulti, allusioni a sfondo sessuale,ecc...), che le rendevano complicato il rapporto con gli altri bambini e che influivano negativamente anche sull'apprendimento scolastico.
Anche se credo di essere un papa` molto attento alle questioni dei figli come la mamma del resto, devo dire che, in un primo momento, pensavo si trattasse di banali dispute tra bimbi. In ogni caso, poiche` in piu` di un'occasione le maestre della scuola mi sottolineavano che, oltre allo scarso rendimento la bambina non era molto propensa alla socializzazione con gli altri bimbi ho portato mia figlia da una psicologa dell'infanzia che pero` non ha riscontrato particolari problematiche, dicendo tra l'altro che la bambina vive una vita familiare serena e che per carattere vuole dominare e non essere dominata.
Cambiata casa e quindi scuola, cosa che ha trovato entusiasta la bambina, il comportamento di mia figlia e` immediatamente cambiato (in positivo), buon livello di apprendimento e sembrava anche di socializzazione. Ad un certo punto pero` (dopo circa 1 mese di scuola) ha cominciato a lamentarsi del fatto che un gruppo di bambine la prendeva sempre in giro. Io e mia moglie le abbiamo allora consigliato di non prendere in considerazione le provocazioni del gruppo e le abbiamo chiesto se aveva delle bimbe che non mostravano ostilita` e quindi di socializzare con loro piu` che con il gruppo delle \"bullette\".
Devo dire che ho anche pensato dentro di me che magari ci fosse un po` di mania di persecuzione da parte della bimba. Comunque nei giorni successivi la bambina racconta di giocare e socializzare tranquillamente con 4-5 bambine carine con lei e che le \"bulle\" continuano di tanto in tanto a prenderla in giro.
Circa 20 giorni fa`, accade per la prima volta (almeno la prima che e` stata a denunciata da mia figlia), che le bulle cominciano a passare dagli insulti alla sopraffazione fisica (prima insulti mentre faceva merenda, poi libri e quaderni stracciati, poi calci ). A questo punto abbiamo deciso con mia moglie di parlarne con la mamma di una bambina che aveva partecipato al raid visto che ci abita vicino. In questa occasione abbiamo anche appreso dalla mamma che l'anno precedente la stessa bambina era invece vittima del gruppo di \"bullette\". Tuttavia l'intervento della mamma in questione ha fatto si che il giorno seguente il \"gruppo\" veniva informato dalla bambina che noi genitori avremo denunciato la cosa al Preside.
Di conseguenza impaurite dalla \"minaccia\" (che comunque non e` stata da noi attuata) le \"bulle\" hanno cominciato ad essere \"carine\" con nostra figlia. Per diversi giorni la situazione sembrava essere definitivamente
normalizzata fino ad oggi che 2 \"irriducibili\" hanno di nuovo preso a calci e insulti la nostra bambina.
Scusate se sono stato un po` lungo nel racconto, ma credo fosse necessario.
Io ho intenzione ovviamente di porre fine a questa storia, pero` mi rendo anche conto (visti anche i precedenti) che non e` cosa semplice. Cosa mi consigliate di fare? Vorrei a questo punto denunciare il fatto alle maestre e al Preside, ma non vorrei che, allo stesso tempo, per mia figlia le cose possano magari peggiorare.
Come ci dobbiamo comportare?
Grazie infinite per i consigli che vorrete gentilmente sottopormi
Saluti
- lettera firmata -
Ultima modifica: 10 Anni 3 Mesi fa da O. F..

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: O. F.
Tempo creazione pagina: 1.545 secondi

Conferenze

informative sul bullismo e sul cyberbullismo

LEGGI TUTTO

Percorsi

con gruppi e classi per il contrasto del bullismo

LEGGI TUTTO

Consulenza

psicologica per chi subisce o agisce bullismo

LEGGI TUTTO

Formazione

per insegnanti, educatori, psicologi e genitori

LEGGI TUTTO

logo sito 2016a

odflab uni 2