5 items tagged "Adolescenza"

  • Chi può attivarsi

    CHI può ATTIVARSI contro il BULLISMO 


    Dott. Oliviero FACCHINETTI - www.bullismo.it  -  www.facchinetti.net

    Considerata l'importante funzione educativa e di socializzazione che la scuola nei suoi diversi gradi riveste, in particolare nella costruzione dell'autostima e nello sperimentare ed acquisire abilità sociali, diventa il luogo privilegiato per interventi a carattere preventivo e di promozione del benessere.

    Non tutti gli episodi di bullismo avvengono nella scuola, ma la scuola è certamente l'ambiente dove più facilmente si possono contrastare e prevenire.

    Tutti gli adultidi riferimento di bambini e ragazzi hanno la responsabilità di attivarsi, ognuno nel proprio ruolo e compito educativo. 

    Cosa si può fare:

  • Classe come luogo del contrasto al bullismo

    Nel nostro sistema scolastico la classe è un ambiente sociale con forti dinamiche relazionali ed in cui si strutturano legami tra gli studenti e tra questi ed i docenti. In quanto luogo di convivenza e di socialità imposta si sviluppano varie forme di relazione e di conflitto. Quando i conflitti sociali - presenti in ogni ambiente sociale - non si risolvono nella normale evoluzione delle dinamiche interpersonali, possono sfociare in comportamenti e dinamiche tipiche del bullismo e del cyberbullismo.

    Ci si può quindi trovare di fronte a classi con situazioni di bullismo al proprio interno (molto frequente) che per essere affrontato con efficacia richiede solitamente un percorso strutturato. La massima strutturazione, a nostro parere, si ottiene con interventi come quelli descritti nell'articolo "Percorsi emotivo relazionali con classi".

  • Cos'è il bullismo

    Cos'è il BULLISMO ?


    Dott. Oliviero FACCHINETTI - www.bullismo.it - www.facchinetti.net

    Il termine BULLISMOè la traduzione italiana dell'inglese bullying ed è utilizzato per designare un insieme di comportamenti in cui qualcuno ripetutamente fa o dice cose per avere potere su un'altra persona o dominarla. Secondo Dan Olweus, pioniere degli studi e degli interventi in questo campo, "Uno studente è oggetto di azioni di bullismo, ovvero è prevaricato o vittimizzato, quando viene esposto, ripetutamente nel corso del tempo, alle azioni offensive messe in atto da parte di uno o più compagni" (D. Olweus, Bullismo a scuola: ragazzi oppressi, ragazzi che opprimono, Giunti, Firenze, 1996, p.11)  Il termine originario "bullying" include sia i comportamenti del "persecutore" che quelli della "vittima" ponendo al centro dell'attenzione la relazione nel suo insieme. Spesso non gli si dà molta importanza perché lo si confonde con i normali conflitti fra coetanei, mentre il bullismo è caratterizzato da alcuni fattori:

  • Il libro " Bulli! "

    Dall'Autore di questo portale, lo psicologo psicoterapeuta Oliviero Facchinetti, un manualeper genitori, insegnanti e ragazzi, frutto dell'esperienza decennale in interventi per la riduzione del bullismo, maturati sul campo con attività di ricerca, corsi di formazione per insegnanti e percorsi con le claImagessi.

    Il libro contiene consigli chiari e mirati su come procedere nella costruzione di progetti di prevenzione primaria, su come affrontare le situazioni a rischio e come gestire quelle in cui i problemi già si presentano con una certa gravità.

  • La conferenza

    La conferenza rappresenta una attività informativa che ha lo scopo principale di diffondere conoscenze e stimolare la consapevolezza sui significati del bullismo, del cyberbullismo e sulle modalità più efficaci per la loro prevenzione e contrasto.

    Si colloca sostanzialmente negli interventi di prevenzione primaria rivolti a tutta la popolazione.

    La modalità di svolgimento prevede solitamente una trattazione del tema con presentazioni e video seguita da dibattito con risposta alle domande dei partecipanti. In caso di numeri ristretti (entro le 40 persone) è anche possibile prevedere, dopo la presentazione iniziale,  dei brevi lavori a piccolo gruppo per il confronto e la elaborazione di quesiti da sottoporre al relatore.

    La tematica da trattare, il tipo di approfondimento ed il conseguente titolo vengono concordati con il soggetto organizzatore, considerando le finalità dell'iniziativa, il contesto socio ambientale e le caratteristiche dei destinatari.

    Vedi anche: tipologia interventi

     

EasyTagCloud v2.8

Conferenze

informative sul bullismo e sul cyberbullismo

LEGGI TUTTO

Percorsi

con gruppi e classi per il contrasto del bullismo

LEGGI TUTTO

Consulenza

psicologica per chi subisce o agisce bullismo

LEGGI TUTTO

Formazione

per insegnanti, educatori, psicologi e genitori

LEGGI TUTTO

logo sito 2016a

odflab uni 2