FAQ Bullismo

Qui si trovano le risposte ad alcune Domande Frequenti sul BULLISMO

La riduzione delle prepotenze e del bullismo:

  • migliora lo stare bene a scuola e nei luoghi di aggregazione
  • contribuisce alla creazione di un clima scolastico favorevole all'apprendimento
  • favorisce atteggiamenti collaborativi e cooperativi
  • rafforza le vittime e le toglie dall'isolamento
  • contribuisce alla prevenzione della delinquenza
  • costituisce il terreno sociale per l'educazione alla legalità
  • coinvolge i genitori in interventi condivisi con altre figure educative.

02.07.2002

E' vero che le prepotenze ci sono sempre state, ma questo non significa che non abbiano avuto e non abbiano conseguenze negative 

sulla vita delle persone coinvolte, sia per quanto riguarda le persone prepotenti che quelle che subiscono. L'interesse che in molti paesi viene dato a questi comportamenti e le misure messe in atto per ridurli sono conseguenza del riconoscimento di una loro maggiore pericolosità e del loro aumento.

La prima causa di sottovalutazione del bullismo è che lo si confonde con la normale aggressività del vivere sociale.

In realtà quando parliamo di bullismo parliamo di qualcosa di diverso dalla normale conflittualità fra coetanei e diverso anche dagli sporadici episodi di violenza che possono accadere in una comunità.

Il bullismo è caratterizzato da alcuni fattori:

A livello sociale l'autorevolezza degli adulti (e spesso anche il loro controllo) tende a ridursi sempre più nel tempo.

A ciò si accompagna anche la "precocizzazione" adolescenziale tipica della nostra società, che fa sì che i comportamenti trasgressivi e certe dinamiche di gruppo tra coetanei si presentino in età precoci (già nell'infanzia ed in preadolescenza).

  • Anzitutto conoscere cosa si intende con bullismo e dare il giusto valore ai comportamenti prepotenti
  • Fare delle rilevazioni nei singoli contesti educativi, portando allo scoperto le situazioni nascoste
  • Fermare gli episodi nel preciso momento in cui li vediamo e solo successivamente cercare di capirne le cause
  • Supportare e sostenere prioritariamente le vittime, anche quando non ci sembrano simpatiche o riteniamo che colludano con l'aggressore: questo può essere il loro problema!

I genitori possono fare tantissimo.

Le ricerche effettuate in questi anni a livello internazionale hanno dimostrato che il modo di educare i figli e il modo di stare in famiglia influiscono tantissimo su come i bambini e i ragazzi si comportano rispetto alle prepotenze.
Per aiutare i bambini che subiscono prepotenze i genitori possono:

 

Altri articoli...

Conferenze

informative sul bullismo e sul cyberbullismo

LEGGI TUTTO

Interventi

con gruppi e classi per il contrasto del bullismo

LEGGI TUTTO

Consulenza

psicologica per chi subisce o agisce bullismo

LEGGI TUTTO

Formazione

per insegnanti, educatori, psicologi e genitori

LEGGI TUTTO

logo sito 2016a

odflab uni 2

portale autismo